Il cristianesimo non è una religione.

Quanto un incontro. E non conta da dove sei arrivato perché: “Ecco io faccio nuove tutte le cose” – Ap 21, 5

rajasthan

– Ti amo!

– Ma… intendi eros, filìa, storghé o agapé?

hu

ἔρως (èros), “passionalità”: l’amore che causa un profondo sconvolgimento emotivo, connesso con il πάθος, il desiderio sensuale e il bisogno, generalmente (ma non necessariamente) originato dall’attrazione fisica;

φιλία (philìa), “amicizia”: amore disinteressato, che esclude il bisogno e (in genere) la componente sessuale, si basa sulla stima reciproca e consiste nel volere il bene dell’altro, senza secondi fini;

στοργή (storghè), “affetto”: amore “naturale”, che si applica quasi esclusivamente all’affetto che si ha per i propri familiari, tipicamente genitori versus figli e viceversa; differisce dalla φιλία soprattutto perché più istintivo e non basato sulla stima (si può amare una madre o un figlio anche senza stimarli);

ἀγάπη (agàpe), “fratellanza”: l’amore verso il prossimo che unisce (o dovrebbe unire) ed affratella tutti gli esseri umani, creando fra di loro un legame profondo e indissolubile, contrapposto all’attrazione passeggera legata all’ἔρως; non a caso è il termine usato dai primi Cristiani per definire il loro rapporto reciproco.

– Ognuno ha il suo punto di vista sulla realtà!

– No, è la realtà che osserva ogni uomo e donna; a noi non resta che ricambiare o voltarci altrove.

Lee-Van-Cleef-Il-buono-il-brutto-il-cattivo

Non siamo mica nel medioevo… purtroppo! Sfatiamo 7 luoghi comuni su questo periodo.

Seicappelli

Se c’è una cosa che fa accapponare la pelle ad ogni medievista è l’abusatissima frase: non siamo mica nel Medioevo!

Ditemi: perché ce l’avete tutti col Medioevo? Perché era un’epoca di ignoranza, mancanza di ogni regola, barbarie e abusi da parte dei più potenti, no? Non potreste sbagliarvi di più. Se quando pensate al Medioevo la prima cosa che vi viene in mente sono i roghi dell’Inquisizione e le cinture di castità, allora dovete leggere questo articolo, e ricredervi di ciò che vi hanno insegnato a scuola.

La storia che ci hanno raccontato a scuola è semplicissima: l’Impero romano fu grandezza, ricchezza e splendore, poi magicamente dopo il 476 iniziò quel periodo chiamato “Medioevo” che durò fino al Rinascimento, con cui finalmente si ebbe una rifioritura improvvisa delle arti e dei mestieri, di tutto ciò su cui si fonda il nostro concetto di modernità. Ma davvero i secoli…

View original post 935 altre parole