L’indice interiore di decibel.

b.a!

Potresti  non avere l’esatta percezione del chiasso che ti circonda, e di quello che alberga dentro di te.

Ti lascio un esempio dal quale, se ti soffermi a ruminare, puoi trarne altri utili per la tua giornata.

Decidi di entrare in Chiesa e trovi qualcosa di nuovo che cattura la tua attenzione, forse dei bei fiori accanto all’altare oppure un’immagine in bacheca, insomma può essere qualsiasi cosa:

  • vuoi scattare una foto da inviare per condividere;
  • magari ci scrivi sotto il fatidico “prego per te”;
  • invece di recarti al Tabernacolo, ti sposti verso l’oggetto della tua curiosità;
  • invece di rivolgerti subito al Padrone di casa, a Colui che ha creato tutto, ti soffermi sulle Sue creazioni.

Niente di male, ma qui trovi il tuo indice interiore di decibel, una semplicissima equazione:

la tua capacità di distogliere l’attenzione principale dal Soggetto, cioè Dio, per dedicarla a tutto ciò che è secondario…

View original post 54 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...